Vacanze sulla neve in Calabria

Si avvicina il periodo della settimana bianca ed è proprio questo il momento migliore per prenotare la propria vacanza sulla neve. La Calabria offre ottime opportunità per chi è alla ricerca di località turistiche ben attrezzate e dalle grandi bellezze paesaggistiche.

Le località di montagna calabresi sono tante e non sempre molto conosciute: è un peccato, perché in diversi casi siamo di fronte a degli autentici capolavori della natura, dove potrete particare il trekking in autunno e lo sci in inverno.

Le piste da sci in Calabria sono diverse e sono concentrate nelle province di Cosenza e Reggio Calabria. Per gli amanti delle discese ma anche del divertimento notturno segnaliamo Camigliatello Silano, località sciistica nel territorio di Spezzano della Sila, Cosenza: ogni anno le presenze turistiche sono sempre di più, grazie anche ai moderni impianti di risalita ed alle accoglienti strutture ricettive.

Il turismo nelle cinque province calabresi

La Calabria ha 5 province, di estensioni, caratteristiche territoriali e potenzialità turistiche piuttosto diverse tra loro: da Nord a Sud troviamo Cosenza, Crotone, Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria. Le province di Crotone e Vibo sono state istituite negli Anni Novanta, sottraendosi così al controllo territoriale di Catanzaro, capoluogo di Regione.

Cosenza è la provincia più estesa della Calabria e tra le più ampie d'Italia: le opportunità turistiche sono molte e vanno dalle spiagge del litorale tirrenico a quelle della costa ionica, dalle vette innevate della Sila ai centri storici ed ai musei. Tra questi segnaliamo il Museo all'Aperto di Cosenza (MAB) allestito per le strade del centro cittadino e visitabile gratuitamente.

Crotone, seppur meno estesa nel territorio, dà l'opportunità al turista di spaziare dalle splendide spiagge ioniche, che incorniciano il mare più pulito del Sud Italia, alle montagne della Sila e ai siti archeologici dell'Antica Grecia (il Tempio di Hera Lacinia, ad esempio). Da non dimenticare i prodotti tipici alimentari ed il famoso vino DOC Cirò, prodotto con i vitigni dell'omonima località.

Turismo in Calabria: perché non funziona?

Il turismo, in Calabria, è una delle eterne scommesse che da almeno 30 anni caratterizzano questa regione: le bellezze naturali calabresi sono innumerevoli e variegate, ma le strutture ricettive ed i servizi turistici non sono con esse affatto paragonabili. Di chi è la colpa? Difficile trovare un unico responsabile.

Chi ha lavorato nel settore delle vacanze calabresi non ha sempre fatto un buon lavoro: i pacchetti turistici sono scarsi e talvolta poco convenienti, e non c'è da meravigliarsi se poi i turisti italiani e stranieri finiscano col privilegiare altre mete, come la Puglia o la Sicilia.

Il problema del turismo calabrese che non decolla ha certo una sua ragione nei trasporti insufficienti: l'autostrada Salerno-Reggio Calabria è ormai proverbiale per le lunghe code che si formano nelle giornate da 'bollino rosso' e per i cantieri di ammodernamento che appaiono interminabili; le ferrovie sono oggetto di una certa negligenza da parte della società di gestione e i voli da e per Lamezia Terme, il principale aeroporto regionale, risultano poco frequenti e non hanno sempre tariffe concorrenziali.

Una vacanza in Calabria: perché?

Scegliere di fare una vacanza in Calabria, di questi tempi, può non apparire la scelta più saggia. Siamo in bassa stagione turistica ed il turismo in Italia, in genere, è fermo. Tuttavia non bisogna pensare alle vacanze come ai lunghi soggiorni al mare o in montagna: non sono mica queste le unice soluzioni del mercato!

Un soggiorno in Calabria può essere costituito anche solo da un weekend, meglio ancora se il finesettimana di cui si dispone è un po' lungo (3 o 4 giorni): i paesi calabresi offrono un'infinità di sagre e feste popolari che proprio in autunno conoscono la loro miglior stagione.

I prodotti tipici sono i protagonisti indiscussi degli eventi calabresi tra settembre e gennaio: si parte con le patate e si prosegue con le castagne, i funghi ed i prodotti a base di carne di maiale (soppressate, 'nduja, capicolli, pancette e salsicce).